Progetti

Progetto “La storia della scuola nella formazione dei docenti”

Il progetto, attivo dal 1.9.2016 al 31.8.2018 grazie a un finanziamento interno del DFA, aveva lo scopo di esplorare piste per una più completa disseminazione dell’epistemologia della storia dell’educazione, al fine di arrivare ad una integrazione degli aspetti storici nella riflessione e ricerca pedagogica del DFA, alla creazione di strumenti e momenti di formazione sulla storia della scuola e ad un arricchimento epistemologico delle scienze dell’educazione al DFA.

Nell’ambito del progetto è stato rifatto e migliorato, grazie ai numerosi suggerimenti ricevuti, anche questo sito.

Progetto FNS Sinergia “Il sapere della scuola e la sua definizione”

Attivo dall’1.1.2013 fino al 31.3.2017, il nostro progetto si inseriva in una ricerca più grande, finanziata dal programma Sinergia del Fondo nazionale svizzero della ricerca scientifica (FNS), sull’evoluzione del Sapere della scuola e delle sue definizioni in sede politica e didattica  lungo l’arco di un secolo e mezzo(“Transformation schulischen Wissens seit 1830”, CRSII1_141826). Il progetto ci ha visti collaborare con i seguenti partners: l’Institut für Erziehungswissenschaften der Universität Zürich, Lehrstuhl für Historische Bildungsforschung und Steuerung des Bildungssystems (Prof. Dr. Lucien Criblez); la Pädagogische Hochschule Zürich; la Pädagogische Hochschule der Fachhochschule Nordwestschweiz (PHFHNW); la Faculté des Sciences de l’éducation de l’université de Genève, Equipe de recherche d’histoire – disciplines scolaires.

Il nostro scopo è stato in particolare quello di comprendere meglio in quali sedi, attraverso quali discorsi e con quali politiche si definiva il Sapere da insegnare nella scuola. Oltre a permettere uno sguardo sull’evoluzione di molti aspetti del sapere della scuola in senso stretto (il canone delle delle discipline, l’evoluzione di queste rispetto alle discipline accademiche di riferimento, la traduzione dei relativi discorsi in programmi e piani di studio, l’esistenza o meno di libri di testo e altri sussidi didattici), lo studio di questi processi permette anche di comprendere quali  fossero i valori e le funzioni di cui veniva investita la scuola nei diversi momenti della sua evoluzione come sistema. Il caso della Svizzera – stato federale basato sulla convivenza di più comunità linguistiche e confessionali, nel quale l’ordinamento scolastico è lasciato ai singoli Cantoni – si presta particolarmente bene per studiare influenze transculturali, transnazionali e translinguistiche, insieme ai conseguenti processi di transfert culturale e trasposizione didattica.

Il nostro progetto ha prodotto numerose pubblicazioni su queste dimensioni, per le quali rinviamo alla sezione “Bibliografia”.

Per farsi un’idea dei risultati si può ascoltare qui un’intervista a Wolfgang Sahlfeld.